Vincent van Gogh, ritrovati documenti inella sua casa di Londra

Straordinario ritrovamento a Londra: sotto il pavimento della sua casa, Vincent van Gogh ha nascosto dei documenti utili a far luce sul periodo trascorso nella capitale britannica quando aveva solo 20 anni.

Sono stati ritrovati sotto il pavimento di un appartamento che Vincent van Gogh ha abitato tra il 1873 ed 1874. Trasferitosi appena ventenne,  aveva trovato lavoro in una galleria d’arte a Covent Garden.

I proprietari della casa, durante recenti lavori di ristrutturazione, hanno rinvenuto un libretto di preghiere, alcuni disegni acquarellati e un contratto assicurativo a nome di Ursula Loyer.

Secondo l’esperto di Van Gogh e curatore della mostra “Van Gogh and Britain” Martin Baile, l’artista si era invaghito della figlia di Ursula ed è probabile che sia stata lei ad eseguire i disegni, dal momento che lo stile sembra essere diverso da quello adottato dal grande artista. Il libretto di preghiere forse apparteneva alla locataria della casa e Vincent, fervente cattolico, può averlo letto.

RIPRODUZIONE RISERVATA

 
Precedente “Mi dava la mano”: una poesia di Mario Benedetti Successivo Tesori di Napoli: Il ritratto di Letizia Ramolino Bonaparte di Antonio Canova

Lascia un commento