Dentro l’opera: “The Lady of Shalott” di John William Waterhouse


Il pittore preraffaellita John William Waterhouse ha dato vita a tre diverse interpretazioni de “The Lady of Shalott“, protagonista di una leggenda medievale appartenente al Ciclo Arturiano. In particolare, nel dipinto realizzato nel 1888, Waterhouse rappresenta con maestria la figura di Elaine di Astolat, ispirandosi alla ballata di Sir Alfred Tennyson. Elaine vive segregata in una torre a Shalott, condannata da una maledizione che le impedisce di guardare direttamente verso Camelot. Il pittore ha creato tre opere distinte, ognuna ritraendo momenti significativi della storia di Elaine: la sua vita quotidiana nella torre, il momento in cui vede Lancillotto attraverso uno specchio e il tragico tentativo di raggiungere Camelot su una barca. Queste opere, tra le più celebri di Waterhouse e emblematiche del movimento preraffaellita, catturano magistralmente l’atmosfera e il dramma della leggenda.

Leggi anche  "Per te ho ricominciato a vivere": la lettera d'amore di Frida kahlo a José Bartoli

Lascia un commento