“La felicità”: una poesia di Jack Hirschman

Una poesia di Jack Hirschman che ci parla della felicità. Davvero difficile restare indifferenti di fronte a queste parole.

C’è una felicità, una gioia
nell’anima che è stata
sepolta viva in ciascuno di noi
e dimenticata.
Non si tratta di uno scherzo da bar
né di tenero, intimo umorismo
né di amicizia affettuosa
né un grande, brillante gioco di parole.
Sono i superstiti sopravvissuti
a ciò che accadde quando la felicità
fu sepolta viva, quando essa
non guardò più
dagli occhi di oggi, e non si
manifesta neanche quando
uno di noi muore – semplicemente ci allontaniamo
da tutto, soli
con quello che resta di noi,
continuando ad essere esseri umani
senza essere umani,
senza quella felicità.

 
Precedente Arte come rivelazione: la figura umana in Corot Successivo "Pericoloso e tenero è il volto dell'amore": una poesia di Jacques Prévert

Lascia un commento