Crea sito

Spectrum, il videomusicale di Michele Pastrello che danza tra luci ed ombre della mente


Tra note di pianoforte ostinate e una base percussiva vivida si dipana la canzone Spectrum del regista/musicista Michele Pastrello. Una canzone però senza parole, un brano strumentale che intreccia sonorità acustiche a quelle synth, negli argini dell’electroclash strumentale. Il brano è corredato da un videoclip seducente e irrequieto, diretto dallo stesso regista veneto. “Il termine Spectrum ha un significato visivo – dichiara Pastrello – digrada dal greco eidon, da cui eidolon, nella filosofia epicurea per raffigurare, al plurale, simulacri: propagazioni di oggetti fisici quindi che danno vita ad immagini mentali od apparizioni. Isaac Newton chiamò proprio spectrum il prisma di vetro per suoi primi esperimenti ottici. Il protagonista si sdoppia, sopraffatto, da un inconscio che odora di luce.”
Ecco qui sotto il  videoclip musicale.

Lascia un commento