Il bacio raccontato nelle dieci opere d’arte più romantiche e famose

C’è qualcosa di più dolce, umano e romantico di un bacio? Lo sanno bene gli artisti di tutte le epoche che lo hanno raccontato nelle loro opere d’arte più romantiche.

Per Cyrano de Bergerac “Un bacio, dopo tutto cos’è? Un giuramento fatto un po’ più da vicino, una promessa
più precisa, il sì ad un assenso, un punto rosa sulla i di amor mio; un segreto confidato alla bocca invece che all’orecchio, un istante d’infinito che fa il ronzio d’ape, una comunione che ha il gusto del fiore, un modo per respirarsi un poco il cuore, e un po’ gustarsi, a fior di labbra, l’anima!”. Artisti di tutte le epoche hanno fatto del bacio uno dei soggetti prediletti, raccontando questo intimo gesto d’amore nelle loro opere. Scultori, pittori e fotografi hanno tentato di fermare in eterno la dolce passione che esplode all’improvviso tra due esseri umani, cogliendo tutte le sfumature di uno degli atti più naturali in assoluto.

Noi abbiamo selezionato le dieci opere d’arte più famose che hanno come soggetto il bacio.

1. Antonio Canova, Amore e Psiche, 1787-1793

In questo splendido gruppo scultoreo in candido marmo, Antonio Canova racconta il bacio tra Amore e Psiche nella favola narrata da Apuleio. Psiche, dopo aver superato quattro difficili prove imposte da Venere, riesce a ricongiungersi finalmente con l’amato. Gli sguardi dei due protagonisti si incontrano, lei cinge con le braccia la testa di lui. Le labbra, distanti l’una dall’altra pochissimi centimetri, stanno per sfiorarsi. Il miracolo dell’amore si compirà tra poco. L’opera è permeata da un sottile erotismo, tutta l’atmosfera appare sospesa e sognante, preludio di un dolce abbandono amoroso.

Leggi anche  René Magritte, la poesia dell'ignoto. La opere dell'artista suggestivo video

2. Francesco Hayez, Il bacio, 1859

Un giovane del quale non vediamo il volto stringe tra le sue braccia l’amata fanciulla. Una delle mani le afferra il viso, quasi per trattenerla mentre la bacia. Hayez ambienta la scena sul pianerottolo di un castello. I due amanti sono soli, probabilmente si sono nascosti per ritagliarsi un momento di intimità. Il tema dell’amore, così chiaramente rappresentato, mette in risalto il bacio e l’abbandono della donna che ci rammenta figure memorabili come Francesca da Rimini o la Giuletta di Shakespeare. Ma questo dipinto, eseguito nell’anno della seconda guerra di indipendenza, assume anche un significato politico e patriottico: il ragazzo è uno dei volontari del Risorgimento, pronto a difendere la sua patria, conscio che ben presto dovrà allontanarsi dalla donna amata e che potrebbe anche non rivederla mai più.

3. Auguste Rodin, Il bacio, 1882-85

Anche scultori come Auguste Rodin si dedicano al tema del bacio realizzando opere destinate a suscitare emozione e commozione. Le due figure nude, si avvolgono in una spirale fatta di passione e di sensualità. Le labbra si uniscono mentre le mani si posano sui corpi voluttuosi. In quest’opera non c’è spazio per l’osservatore, i due amanti sono chiusi nella loro intimità. La scultura fu concepita per il battente sinistro della Porta dell’Inferno e doveva rappresentare il bacio tra Paolo e Francesca.

4. Edvard Much, Bacio alla finestra, 1892

Nel 1892 Edvard Munch dipinge la sua personale idea di bacio. Benché la coppia sia l’assoluta protagonista della scena, l’artista sceglie di porla sul margine destro dell’opera. In una stanza inondata di luce blu, accanto ad una finestra che affaccia su un paesaggio urbano, due amanti si scambiano un tenero bacio d’amore. Le due figure si fondono l’una con l’altra, nel doloroso tentativo di annullarsi per donarsi completamente all’altro. In questo bacio fuggevole e clandestino, rubato davanti ad una finestra di notte, Munch vuole probabilmente esprimere il suo desiderio d’amore e, nel contempo, la sua paura più grande: rivelarsi incapace di amare.

Leggi anche  La "Madonna della Seggiola" di Raffaello: "felice al di là del sogno comune"

5. Henri de Toulouse-Lautrec, Il bacio a letto, 1892-1893

Il pittore francese Henri de Toulouse-Lautrec sceglie invece come protagoniste del suo bacio due ragazze. Grande narratore della Parigi del suo tempo, l’artista rappresenta un tenero scambio d’amore tra le soffici coperte di un letto. La delicatezza con la quale ci racconta questo atto di ribellione emerge dalla posa delle due giovani innamorate, strette l’una all’altra.

6. Marc Chagall, Il compleanno, 1915

Il bacio per Marc Chagall è l’atto d’amore per eccellenza, un dono da regalare per un compleanno speciale. L’opera è realizzata nel 1915, anno in cui sposa Bella Rosenfield. In una stanza dalle pareti bianche e con un pavimento rosso, i due innamorati si librano in volo. Lei stringe tra le mani un mazzo di fiori, lui piega il collo nel tentativo di baciarla. I loro sguardi si perdono, mentre fuori dalla finestra la vita scorre inesorabile. Con il suo dipinto, Chagall racconta di un amore capace di vincere tutto, persino la forza di gravità.

7. Gustav Klimt, Il bacio, 1917-18

Il bacio di Gustav Klimt è una delle opere più famose, apprezzate e amate di tutti i tempi. L’opera è una celebrazione appassionata e delicata del tema amoroso. L’artista vuole raccontare un momento intimo e naturale tra un uomo e una donna che si amano, stretti in un abbraccio e collocati in uno spazio irreale, fatto d’oro e di tocchi di colore. I piedi dei due innamorati poggiano su un prato fiorito che riporta il gesto del bacio alla sua natura terrena e umana.

Leggi anche  "Amarsi": il meraviglioso monologo di Roberto Benigni

8. Pablo Picasso, Il bacio, 1925

Anche Pablo Picasso si dedica al tema del bacio, dipingendo un’opera che ha come protagoniste due figure i cui tratti somatici quasi non si distinguono più. I volti si fondono e si deformano, raccontando un atto carico di eros e di pathos.

9. René Magritte, Gli amanti, 1928

Il tema degli amanti è particolarmente caro a Magritte che lo riprende in più opere. In questo dipinto, datato 1928, l’uomo e la donna sono uniti da un bacio appassionato ma separati da due panni che ne ricoprono i volti. Nascosti dietro ai loro sudari, i due innamorati si scambiano un dialogo muto, fatto di silenzio e passione. La sensazione che trasmettono è di angoscia e di inquietudine. Guardando questo dipinto, l’osservatore percepisce una sensazione di eterna attesa nei confronti di qualcosa che non si compirà mai del tutto, come se l’amore non fosse altro che desiderio, attesa, ma mai fusione completa.

10. Roy Lichtenstein, Il bacio, 1962

Il bacio di Roy Lichtenstein appartiene alla serie di dipinti ispirate alle pagine dei fumetti. Non sappiamo se in quest’opera i due amanti si stiano dolorosamente dicendo addio oppure si siano ritrovati dopo un lungo distacco. Quello che più ci colpisce è il volto della donna, rigato dalle lacrime. L’artista raffigura un momento sospeso, il preludio di un bacio che di lì a qualche istante cambierà il corso delle loro vite.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento