“Volto di te”: una romantica poesia di Mario Benedetti

Ho una solitudine
così affollata
così piena di nostalgie
e di volti di te
di congedi passati
e baci benvenuti
alla prima occasione
e in ultimo termine
ho una solitudine
così affollata
che posso organizzarla
come fosse un corteo
per colori
misure
e promesse
per epoche
per tatto
e per sapore
senza esitare
mi abbraccio alle tue assenze
che vengono e mi assistono
col mio volto di te
sono pieno di ombre
di notti e desideri
di molte risa e qualche
disappunto.

Mario Benedetti, da Tutte le poesie, Garzanti, 2017

 
Precedente "La Speranza è quella cosa piumata": meravigliosa poesia di Emily Dickinson Successivo "Contano i legami": la bellissima poesia di Jorge Luis Borges

Lascia un commento