“Ascolta il passo breve delle cose”: una poesia di Alda Merini

Ascolta il passo breve delle cose
-assai più breve delle tue finestre-
quel respiro che esce dal tuo sguardo
chiama un nome immediato: la tua donna.
È fatta di ombre e ciclamini,
ti chiede il tuo mistero
e tu non lo sai dare.
Con le mani
sfiori profili di una lunga serie di segni
che si chiamano rime.
Sotto, credi,
c’è presenza vera di foglie;
un incredibile cammino
che diventa una meta di coraggio.

Alda Merini

 
Precedente "Adesso ti amo": la romantica poesia di Pedro Salinas Successivo Pompei: l'ultimo, eterno abbraccio d'amore dei due "amanti"

Lascia un commento