“E amai nuovamente”: la meravigliosa poesia di Umberto Saba

Ed amai nuovamente; e fu di Lina
dal rosso scialle il più della mia vita.
Quella che cresce accanto a noi, bambina
dagli occhi azzurri, è dal suo grembo uscita.

Trieste è la città, la donna è Lina,
per cui scrissi il mio libro di più ardita
sincerità; né dalla sua fu fin ad oggi mai l’anima partita.

Ogni altro conobbi umano amore;
ma per Lina torrei di nuovo un’altra
vita, di nuovo vorrei cominciare.

Per l’altezze l’amai del suo dolore;
perché tutto fu al mondo, e non mai scaltra,
e tutto seppe, e non se stessa, amare.

Umberto Saba

 
Precedente “Voglio amarti scrivendo, prenderti scrivendo”: la bellissima lettera di Italo Calvino a Elsa De Giorgi Successivo “Le foglie morte”: la meravigliosa poesia di Jacques Prévert

Lascia un commento